Pink Floyd l' addio (part3)

copertina album pink floyd, the wall

 

 

The Wall (1979)

I componenti della band: Roger Waters,
David Gilmour, Nick Mason, Richard Wright, non vivono più di idilliaco amore tra loro. Alcuni tentano la strada solista e altri collaborano con altri artisti.

Decidono comunque di iniziare il lavoro di The Wall, (idea e fantasia di Waters) visti i problemi finanziari.

Nonostante gli ingenti incassi al botteghino e i dischi venduti nell'ultimo periodo, i conti dei Pink Floyd erano decisamente in rosso. In società con un'agenzia di intermediazione finanziaria, i quattro avevano investito in varie speculazioni ad alto rischio nel tentativo di salvare il proprio patrimonio dalle tasse, che sotto il governo laburista arrivavano circa al 83% dei redditi. Lo stratagemma era fallito. In poche parole, quasi tutto ciò che avevano guadagnato negli anni passati grazie alle vendite dei dischi si era volatilizzato in un soffio.

 

The Wall parla di una rock strar (Pink) che lotta, chiuso ormai in se stesso e isolatosi dai sentimenti a causa di traumi d'infanzia come la morte del padre verso la fine della seconda guerra mondiale; la madre iperprotettiva; insegnanti scolastici eccessivamente autoritari ed avvezzi alle punizioni corporali; i tradimenti della moglie (in età adulta).

Il successo dell'album fu enorme: fu l'album più venduto negli Stati Uniti nel 1980, divenendo uno degli album doppi più venduti nella storia.

 

 

 

live tour the wall, roger waters

 

 

 

The Final Cut (1983)

Siamo all'epilogo della band! Già in "The Wall" Waters litigò fortemente col tastierista Wright su divergenze musicali il quale partecipò al tour solo come sessionman (musicista a tempo); venne poi licenziato dallo Waters nel 1982.

L'album "di Waters", che ormai ha il controllo imbarazzante sulla band, è dedicato al padre che mori nella seconda guerra mondiale in Italia ad Aprilia nel lontano 1944.

A conferma della "padronanza" di Waters sui Pink Floyd la scritta in fondo all'album che dice "By Roger Waters, performed by Pink Floyd".

Not Now John

 

 

foto pink floyd in un concerto recente

 

 

Questi due lavori consacrano l'assoluta bravura e magnificezza di Roger Waters, ma nello stesso tempo la fine dei Pink Floid. L'inesauribile sorgente di idee e opere che trastullano la mente dei Pink Floyd e la difficoltà degli stessi di lavorare in gruppo li ha portati allo scioglimento; o meglio all'addio di Roger Waters. Raggiungono comunque l'immortalità!

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0